Errore
  • XML Parsing Error at 2:32. Error 76: Mismatched tag

Vista del Sengio

Dall'antico e ormai in disuso luogo d'incontro dei pellegrini di Brentino e di Spiazzi (La Polsaora), la via salendo raggiunge un tratto brullo e aspro. Il sentiero in quel punto e per alcune decine di metri, non è più a gradini, ma sembra costruito appositamente con un lavoro di mina, ai piedi di una verticale parete rocciosa. Così, in effetti, avvenne allorché, per esigenze di sicurezza, nel 1921 fu fatto brillare un enorme pilastro di roccia appoggiato alla montagna in maniera precaria. Le ben visibili tracce dell'esplosione, costituite da enormi massi irregolari che ricordano la Ruina Dantesca, si trovano a valle del sentiero nella circostanza pertanto rifatto.

Tratto di sentiero ferrato. Sulla destra la vegetazione che ha in gran parte coperto i massi caduti dall'esplosione del 1921

Tratto di sentiero ferrato.
Sulla destra la vegetazione che ha in gran parte coperto i massi caduti nel 1921

Località del territorio

 

Con il patrocinio e la collaborazione

 

Tutti i diritti riservati - © Comune di Brentino Belluno - Piazza Z. Gelmetti n.1, Brentino Belluno, VR, ITALY - P.IVA e C.F.: 00659140230
Privacy Policy -
CREDITS