Errore
  • XML Parsing Error at 2:32. Error 76: Mismatched tag

Madonna della Corona

L'accesso ad un'ultima regolare scalinata in pietra è difeso da una robusta porta, del resto sempre aperta, e da un muro merlato. Appena si è oltrepassato l'ingresso ci si rende subito conto della sacralità del luogo. Lungo la scala appena descritta, ad ogni cambio di direzione, sono posti dei capitelli d'ispirazione sacra che narrano le più significative scene bibliche.

Tratto dell'ultima scalinata che porta al Santuario della Madonna della Corona Tratto dell'ultima scalinata che porta al Santuario della Madonna della Corona

Tratto dell'ultima scalinata che porta al Santuario della Madonna della Corona

 

Al termine dei gradini vi è uno spazio largo, sul fianco destro del quale si erge un edificio adibito a negozio di ricordi e a dimora per i volontari diocesani che prestano la loro opera al Santuario. In fondo a tale spiazzo inizia un'altra ampia scala che porta sul sagrato della chiesa dal quale è possibile avere una visione d'insieme della vallata, della parte occidentale dell'altipiano dei Monti Lessini, nonché del punto approssimativo di partenza del sentiero appena percorso. Dal Santuario, appartenente al Comune di Ferrara di Monte Baldo, è possibile raggiungere il sovrastante paese di Spiazzi, frazione del Comune di Caprino Veronese, Per fare ciò occorre tornare allo spiazzo d'arrivo e imboccare la strada in leggera salita alla destra del negozietto di souvenirs. Attraversata una galleria artificiale lunga qualche decina di metri, si cammina sempre in salita o lungo la non larga via pavimentata che prosegue a tornanti o lungo una scalinata che, staccandosi da questa per accorciarne il percorso, la taglia trasversalmente nel senso dell'altezza. Alla sommità, s'incontra un antico ospizio per pellegrini recentemente ristrutturato e da quella posizione è agevole raggiungere il centro di Spiazzi, abitato che offre buone opportunità di ristorazione e una stupenda vista della vallata di Caprino e della parte meridionale del lago di Garda. Per il ritorno è necessario compiere il percorso a ritroso oppure, evitando l'ingresso nello spazio del Santuario, imboccare da Spiazzi una scala che conduce direttamente al ponte in pietra poco fa descritto e prendere lì il sentiero per Brentino.

Località del territorio

 

Con il patrocinio e la collaborazione

 

Tutti i diritti riservati - © Comune di Brentino Belluno - Piazza Z. Gelmetti n.1, Brentino Belluno, VR, ITALY - P.IVA e C.F.: 00659140230
Privacy Policy -
CREDITS