Errore
  • XML Parsing Error at 2:32. Error 76: Mismatched tag

La Polsaora

Riprendendo il percorso, dopo poche centinaia di metri in salita, il sentiero curva verso destra e imbocca un breve tratto pianeggiante al centro del quale, sul ciglio di sinistra durante l'ascesa, su quello di destra nella discesa, si osservano alcuni grossi massi posti a mo' di troni di pietra; è la località Polsaora. Luogo del riposo per eccellenza per i pellegrini soprattutto del passato, il sito fino al secolo XIX, fu il prestabilito punto d'incontro di due distinte processioni che la sera del venerdì Santo d'ogni anno, prendevano il via dai due punti opposti del sentiero, ossia da Brentino e da Spiazzi. La tradizionale forma di devozione fu interrotta da un tragico avvenimento che accadde appunto nel 1835. Quella sera, come il solito, partì il gruppo del fondovalle e alla Polsaora si fermò nell'attesa di quello della montagna. Il prete e gli affiliati alla confraternita dello Spirito Santo, secondo la tradizione, si sedettero sui naturali scranni di pietra; i fedeli si sistemarono alla meglio per terra lungo il sentiero aspettando, al lume delle torce, i devoti che dovevano scendere da Spiazzi. Costoro però mai arrivavano e alcuni iniziarono a spazientirsi. Qualcuno pensò bene di raggiungere il Santuario per avere notizie che chiarissero il mistero del ritardo.

Vista del Santuario dalla strada di Spiazzi

Vista del Santuario dalla strada di Spiazzi

 

Purtroppo era accaduto che proprio mentre la processione stava prendendo l'avvio, dalle rocce che sovrastavano la Chiesa della Madonna della Corona erano caduti sulla casa canonicale alcuni massi che avevano ucciso il prete e il sacrestano. Solo un galletto, rimasto illeso tra le macerie, continuò a cantare per tre giorni finché qualcuno si decise a liberarlo. Da allora in poi la processione del venerdì Santo non fu mai più ripetuta.

Località del territorio

 

Con il patrocinio e la collaborazione

 

Tutti i diritti riservati - © Comune di Brentino Belluno - Piazza Z. Gelmetti n.1, Brentino Belluno, VR, ITALY - P.IVA e C.F.: 00659140230
Privacy Policy -
CREDITS