Errore
  • XML Parsing Error at 2:32. Error 76: Mismatched tag

Capitello del 1580

Il paese di Brentino è uno dei più antichi del fondovalle atesino posti in territorio veronese. Il nucleo abitato sorge su un conoide di deiezione formato dal materiale trascinato nei millenni dalle rapide del Rio Bissolo, un torrente montano che scende dal Monte Baldo e che scorre in una stretta valle a nord delle case. A riprova delle antiche origini del luogo abitato rimangono i resti di una stazione romana posta lungo l'antica via imperiale Claudia Augusta che si possono visitare in località Servasa, prima di iniziare la salita che conduce al borgo.

Progetto Via Claudia Augusta, sito di Brentino Belluno

Progetto Via Claudia Augusta, sito di Brentino Belluno

 

La stessa chiesa parrocchiale dedicata a San Vigilio, martire tridentino, fu matrice delle vicine parrocchie di Belluno Veronese e di Rivalta e presso l'annessa canonica ebbe sede la Vicaria della Val d'Adige recentemente soppressa. Fin dai primi decenni del secolo XVI il paese fu interessato dal passaggio dei pellegrini che, provenendo soprattutto da diverse località delle diocesi di Verona, di Vicenza e di Trento, raggiungevano il Santuario della Madonna della Corona. A riprova di tale vocazione, rimangono alcuni affreschi devozionali raffiguranti la Madonna, impressi sulle case del paese e un capitello in pietra rossa scolpita datato 1580 collocato proprio alle spalle della scalinata che da inizio al cammino per il Santuario.

Capitello del 1580 a Brentino dietro l'inizio del Sentiero della Speranza

Capitello del 1580 a Brentino dietro l'inizio del Sentiero della Speranza

Località del territorio

 

Con il patrocinio e la collaborazione

 

Tutti i diritti riservati - © Comune di Brentino Belluno - Piazza Z. Gelmetti n.1, Brentino Belluno, VR, ITALY - P.IVA e C.F.: 00659140230
Privacy Policy -
CREDITS